corso BASE di Corona Renderer con Cinema 4D

A Bologna. Corso Intensivo di 24 ore.

Inizia il 22 Novembre 2018.

Pensato per l’Architettura, l’Ingegneria e il Design. Un’opportunità unica per avvicinarsi al Rendering avanzato con strumenti straordinari.

Una proposta di formazione ideata da Not e Masofh CGI

Il nostro approccio è semplice: 4 passaggi fondamentali per mettere in luce le tue idee.

OSSERVA la luce che illumina lo spazio

Ogni fonte di luce possiede precise caratteristiche fisiche: impara a riconoscerle prima di impostare la simulazione.

riconosci le imprefezioni delle geometrie

Gli elementi del mondo reale sono fatti di irregolarità: impara a studiarle e a riprodurle con gli strumenti digitali.

Definisci il materiale giusto per ogni superficie

Una volta per sempre: studia i materiali e impara a riprodurli in modo corretto.

Illumina e scatta la tua Fotografia

Il software è la tua macchina fotografica: impara ad usarla.

Puoi creare quello che vuoi

Con Corona Renderer non ci saranno limiti per la tua immaginazione. Trasforma le tue idee in immagini realistiche.

Impara a riconoscere la Geometria

Studia il mondo reale, osserva gli oggetti che ti circondano. I tuoi modelli potranno arricchirsi di dettagli fondamentali.

La luce è l’essenza di ogni visione

Studia la fotografia per apprendere le tecniche di illuminazione professionale e per sfruttare al meglio la luce ambiente.

Ogni materiale reagisce in modo diverso alla luce

Tutto quello che serve per costruire il tuo progetto è intorno a te. Impara ad osservare e a prendere ispirazione dallo spazio che ti circonda.

Non serve che tu sia un esperto

Se nutri davvero il desiderio di imparare, allora fatti guidare dalle tue passioni. Non serve altro.

non solo Tecnica … ma soprattutto Metodo

Capire gli elementi chiave di una geometria complessa, riconoscere la qualità della Luce, saper leggere una fotografia … sono tutte conoscenze che contribuiscono alla formazione di un Metodo. La Tecnica consiste nella conoscenza dei comandi, ma gli algoritmi si evolvono in continuazione … nessuna conoscenza tecnica si renderà duratura nel tempo.
Il Metodo invece può rimanere con noi per molto molto tempo.
Pierre Francastel ha scritto che la Prospettiva è stata la più grande rivoluzione delle arti figurative di tutto il 900 … poi è arrivata la Rivoluzione Digitale, ma gran parte di quello che vediamo e che facciamo è ancora ispirato ai 3 metodi fondamentali della Rappresentazione. Sulla base di questa consapevolezza abbiamo definito la nostra mission sulla trasmissione del Metodo.
Questo Corso nasce dal progetto ideato da n-o-t e masofh CGI, due realtà abruzzesi specializzate nel campo dell’Archiviz e della Modellazione Parametrica, con l’obiettivo condiviso di affiancare i professionisti nella definizione delle proprie idee progettuali

Presentazione del Corso

Nell’intento di offrire un percorso formativo realmente valido a beneficio di tutti i professionisti che usano il 3D, è nostra intenzione proporre un percorso di specializzazione in Corona Renderer, un software in grande ascesa e in grado di raggiungere un qualità eccezionale con tempi molto rapidi. Non sono pochi i 3D artist di fama mondiale che hanno scelto Corona Renderer per le loro visualizzazioni. Il nostro intento è quello di approfondire l’uso di Corona Renderer all’interno di Cinema 4D attraverso un intenso studio del software, analizzando in dettaglio i parametri fondamentali al fine di raggiungere una maggiore comprensione e di conseguenza anche una più ampia libertà creativa.

Le conoscenze apprese in questo percorso formativo serviranno per la formazione di un metodo di lavoro e di studio, suggerito dall’esperienza dei docenti, in grado di rendere possibile la definizione di progetti anche molto avanzati.

Il metodo, molto più che la quantità dei comandi esaminati, è il tipo di conoscenza che fa la differenza.

Docenti

Tony D’Ercole

Tony D’Ercole, fondatore del gruppo n-o-t, può vantare un esperienza di formazione presso numerosi ordini professionali oltre che di consulenza svolta per professionisti ed aziende.

Architetto di formazione, specializzato con indirizzo Tecnologico, ha iniziato lo studio del BIM quando questo tipo di approccio alla progettazione era ancora agli albori.

Ha conseguito riconoscimenti e certificati Autodesk presso BigRock Training Center di Treviso su Autodesk Maya e Maxwell Render, e successivamente presso AM4 di Lecco ha ricevuto la certificazione di Autodesk REVIT Certified Professional.

Lorenzo Martella

Appassionato di disegno da sempre.

Architetto di formazione, poi specializzato con un Dottorato di Ricerca in “Rilievo e Rappresentazione per l’Architettura e per l’Ambiente” e con un Master in “Rappresentazione Digitale per l’Architettura”.

“Credo nella potenza comunicativa delle immagini e nell’opportunità straordinaria di una rappresentazione realistica ed emozionante delle nostre visioni … Spesso un immagine racconta più delle nostre parole. La mia prima visione di un progetto avviene con strumenti analogici. Sono legato alle mie penne stilografiche, ai miei inchiostri e a tutti gli altri strumenti di disegno che ancora oggi (in piena rivoluzione digitale) uso nel mio quotidiano”.

Interlocutori

I nostri referenti principali sono i professionisti (Architetti, Ingegneri e Designer), ma anche gli studenti che desiderano un approfondimento sulle nuove tecnologie informatiche per la progettazione sono nostri potenziali interlocutori.

Il corso prevede degli approfondimenti mirati all’acquisizione di un Metodo. Per chi è alla ricerca di approfondimenti di natura esclusivamente tecnica e per chi desidera delle “ricette pronte per l’uso”, ci sentiamo di scoraggiare dal frequentare questo corso. Il nostro approccio va nella direzione opposta.

Obiettivi Formativi

Questo corso ha come obiettivo l’approfondimento dei concetti di base della Simulazione Fotorealistica applicati al mondo dell’Architettura, dell’Ingegneria e del Design.

Il percorso di formazione intende fornire degli strumenti avanzati per arrivare alla costruzione di immagini professionali. Nozioni di Fotografia, Teoria del Colore, Composizione dell’immagine e Cenni di Illuminotecnica saranno elementi fondanti del corso, non meno delle spiegazioni tecniche dettagliate relative all’utilizzo dei software impiegati.

Ogni partecipante verrà guidato in tutti i passaggi: dall’importazione del modello CAD, alla costruzione del modello luminoso e dei materiali con precisi riscontri fisici, all’analisi dettagliata delle principali variabili connesse con l’ottimizzazione del calcolo, fino alle tecniche basilari di post-produzione.

Questo corso ha l’obiettivo di coprire tutti gli steps necessari per la definizione completa di una simulazione fotorealistica.

Alla fine del Percorso Formativo, ogni partecipante verrà messo nelle condizioni di governare progetti anche complessi, di individuare le principali problematiche geometriche insite in ogni elemento, di eseguire in modo corretto l’ottimizzazione di un modello proveniente da software esterni e di impostare una simulazione fotorealistica grazie a metodi di diretta derivazione dal mondo della fotografia.

Durata e Strutturazione del Corso

Il corso prevede 3 incontri della durata di 8 ore ciascuno. Le lezioni saranno divise in 4 ore nella mattina e in altre 4 ore nel pomeriggio.

Dove e Quando

Il corso si svolgerà a Bologna nei giorni 22/23/24 Novembre 2018. Tutte le altre informazioni sono disponibili sul modulo pdf che dovrà essere compilato per l’iscrizione al corso. La richiesta del modulo non è in alcun modo vincolante. Puoi farne richiesta a questo link:

Risorse Materiali

Tutti i partecipanti dovranno presentarsi muniti di un proprio notebook sul quale dovranno già essere installati i seguenti software:

  • Cinema 4D (versione 18 o superiore);
  • Corona Renderer per Cinema 4D (Beta 2);
  • Photoshop (versione CS5 o superiore).

Conoscenze di Base

Per seguire con profitto il corso è consigliabile che il partecipante abbia già famigliarità con gli strumenti informatici per la rappresentazione: ci riferiamo alle nozioni di base del disegno CAD. Sarebbe inoltre consigliabile avere un minimo di dimestichezza con i concetti elementari della fotografia: molte delle nozioni che si esporranno con Cinema 4D e Corona provengono da tecniche e metodi largamente impiegati nella fotografia professionale.

Programma Dettagliato del Percorso Formativo

Lezione 1

Cinema 4D e Corona (4 ore) – Nozioni di Base

| Presentazione del Corso |
| Parte Prima |
  • Omaggio a Michael Freeman, uno dei più straordinari divulgatori nell’ambito della composizione fotografica digitale;
  • Perchè è importante conoscere la fotografia per ottenere simulazioni davvero professionali;
  • Alex Roman e alcuni tra i 3D Artist più importanti del mondo: impariamo a lasciarci ispirare;
| Parte seconda – corona renderer: le prime nozioni |
  • Gli elementi che fanno la differenza al fine di ottenere una simulazione davvero realistica: smussature e imperfezioni;
  • Come importare il modello all’interno di Cinema 4D, con quale formato, come ottimizzarlo e come gestirlo;
  • Nozioni di Base su Corona Renderer: le prima impostazioni per poter subito essere operativi con questo motore di calcolo;
  • Impostazione della Camera Fotografica (Camera di Cinema 4D e Camera Fisica di Corona Renderer);
  • Progettare e gestire la luce solare con Corona Renderer;
  • Luce e Temperatura Colore;
| Parte terza: illuminare un esterno con luce diurna |
  • Impostazione delle camere;
  • Impostare la luce in funzione di una precisa ora del giorno;
  • Cielo coperto e Cielo limpido: impariamo a riconoscere le condizione atmosferiche dalla qualità delle ombre;
  • Il primo rendering;

Lezione 2

Cinema 4D e Corona (4 ore) – Progettazione e Gestione delle Fonti di Luce

| Parte Prima: Valutare la Luce |
  • Le caratteristiche fondamentali per valutare la luce: Direzione, Intensità, Colore, Contrasto, Durezza;
  • Commento di alcune fotografie;
| Parte Seconda: I modelli di Luce |
  • Luce Area. Definire la luce in modo corretto sulla base di un preciso riscontro con le caratteristiche fisiche del fenomeno luminoso;
  • Vantaggi e limiti nella gestione della luce ambiente con una cupola di luce;
  • Gestire la luce ambiente per mezzo di mappe HDRI. Come variare l’esposizione della mappa;
  • Range dinamico delle mappe HDRI. Quali sono le differenze tra immagini HDRI e immagini LDR;
  • Portal Light. Il modo corretto di illuminare un interno;
  • Approfondimento sui file fotometrici IES;
  • Materiali luminosi;
  • Trasformare un oggetto in una fonte di luce;
| Parte terza: esposizione |
  • Capire l’esposizione fotografica;
  • Il triangolo dell’esposizione applicato alle immagini virtuali;

Lezione 3

Cinema 4D e Corona (4 ore) – Progettazione dei Materiali

| Parte prima: introduzione |
  • Materiali. Introduzione alla teoria dei materiali;
  • I canali che formano un materiale: come riconoscerli e ri-costruirli;
  • Albedo;
  • Canale Speculare: Fresnel IOR e Glossiness;
  • Bump, Normal Map, Displacement Map: quali sono le differenze;
  • Texture Procedurali: perché usarle;
  • Mappe ad altissima definizione: a che cosa servono le mappe a 32 bit e quando usarle;
  • Trasformare una fotografia in una texture;
| Parte seconda: materiali di base e canali multi-livello |
  • Costruire i materiali di base: vetro, metallo, marmo, intonaco, asfalto, plastica e molto altro;
  • Materiali avanzati: costruire un sistema multilivello attraverso il Corona Layered Material;
  • Come valutare l’anteprima del materiale;
  • Sfruttare i layers di Cinema 4D per gestire i materiali ed eseguire render test;
  • Ridefinire la risoluzione delle texture all’interno della Viewport di Cinema 4D;
| Parte terza: luce e fisica dei materiali |
  • I materiali reagiscono alla luce: imparare a non sottovalutare mai l’importanza della corretta costruzione dei materiali;

Lezione 4

Cinema 4D e Corona (4 ore) – Settaggi di Rendering / Antialiasing / GI / Corona Renderer CXR

| Parte prima – Settaggi di Rendering |
  • Come configurare il motore di calcolo;
  • Material Override: un metodo essenziale per definire la qualità della luce;
  • Global Illumination: le impostazioni essenziali per ottenere immagini pulite;
  • Problemi di Antialiasing: strategie principali per prevenirli e risolverli;
  • Full Denoising: a cosa serve e quando attivarlo;
| Parte seconda – come salvare le immagini |
  • Come salvare l’immagine finale;
  • CXR: il formato proprietario di Corona Renderer per le immagini a 32 bit: perché usarlo;
  • Mettere in pausa il calcolo, bloccarlo, riprenderlo anche dopo la chiusura della sessione di lavoro;
| Parte terza – come salvare le immagini |
  • Impostazione del modello;
  • Impostazione delle camere;
  • Definizione della luce ambientale;
  • Definizione delle luci artificiali;
  • Valutazione dei singoli contributi di luce attraverso il Corona LightMix Interactive;
  • Bake delle luci: come trasferire le impostazioni del LightMix alle luci presenti nella scena;
  • Effetti lenti e Post-Produzione con Corona Post-Process;

Lezione 5

Cinema 4D e Corona (4 ore) – Definizione del Limbo Fotografico. Illuminare un Interno

| Parte prima – Come illuminare un oggetto |
  • Impostazione del modello;
  • Creazione del limbo fotografico: le regole principali da seguire;
  • Impostazione delle camere;
  • Definire la luce chiave;
  • Valutazione dei singoli contributi di luce attraverso il Corona LightMix Interactive;
  • Bake delle luci: come trasferire le impostazioni del LightMix alle luci presenti nella scena;
  • Effetti lenti e Post-Produzione con Corona Post-Process;
| Parte seconda – dof |
  • Profondità di Campo con à Corona Renderer: mettere a fuoco un oggetto e ottenere meravigliose sfocature;
| Parte terza – Illuminare un interno di notte |
  • Impostazione del modello;
  • Impostazione delle camere;
  • Definizione della luce ambientale;
  • Definizione delle luci artificiali;
  • Valutazione dei singoli contributi di luce attraverso il Corona LightMix Interactive;
  • Bake delle luci: come trasferire le impostazioni del LightMix alle luci presenti nella scena;
  • Effetti lenti e Post-Produzione con Corona Post-Process;

Lezione 6

Cinema 4D e Corona (4 ore) – Cenni di Post-Produzione e Foto Inserimento

| Parte prima – Post-Produzione |
  • Concetti basilari di Post-Produzione (Contrasto/Esposizione/Grana Fotografica);
  • Corona VFB: iniziare la post-produzione con Corona;
  • Corona Multipass: quali canali utilizzare e come gestirli con Photoshop;
  • Il canale Denoiser: un aiuto indispensabile per la pulizia delle immagini;
| Parte seconda – foto inserimento |
  • Le regole principali;
  • Valutare la coerenza tra i diversi contributi;
  • Corona Shadow Catcher Material;
  • Costruire il primo fotoinserimento;
Il programma indicato è indicativo e può essere suscettibile di variazioni. È facoltà del docente decidere quanto tempo di approfondimento dedicare a ciascun argomento.

Compila il Modello con i tuoi dati e iscriviti al Corso Base di Corona Renderer con Cinema 4D.

Edizione di Bologna.

Novembre 2018.

Frequently Asked Questions

Numero di Partecipanti

Il numero di partecipanti è limitato a 10 persone.

Quota di iscrizione

La quota di iscrizione è pari a € 450,00 tasse incluse. Per tutti gli studenti e per chi ha già seguito uno dei nostri corsi la quota è ridotta a € 400,00 tasse incluse.

Termine di iscrizione

Le iscrizioni dovranno pervenire entro le ore 13:00 del 9 Novembre 2018.

Modalità

Compila il modulo online e invia la tua richiesta preventiva di iscrizione. Successivamente ti sarà inviato un modulo pdf da compilare e firmare con tutte le informazioni e le istruzioni da seguire per concludere la procedura.

Reso della Quota di iscrizione in caso di annullamento del corso

Nel caso in cui non si dovesse raggiungere il numero minimo di partecipanti per l’attivazione del corso, le quote già versate saranno restituite. Il bonifico verrà fatto nel primo giorno lavorativo utile successivo alla data di chiusura delle iscrizioni.

Reso della Quota di iscrizione per motivi esterni agli organizzatori

Superata la data del 9 Novembre2018, qualora uno dei candidati dovesse rinunciare alla frequenza del corso, per qualunque motivo, la quota non potrà essere restituita.

Entro la data del 9 Novembre 2018, chiunque ne faccia richiesta, potrà annullare la propria iscrizione e ricevere indietro l’importo già versato al netto degli eventuali costi di rimborso che saranno a carico del richiedente.

La somma che hai versato non andrà comunque persa. Se lo vuoi potrai seguire la prossima edizione del corso senza sostenere ulteriori costi.

Sede del Corso

La sede del corso è indicata nel modulo pdf da compilare all’atto dell’iscrizione. Per ricevere il modulo basta farne richiesta, senza alcun vincolo.

durata del corso

Il corso prevede 3 giorni di lezione con 1 appuntamento settimanale. Le date sono indicate nel modulo pdf da compilare all’atto dell’iscrizione.

Orari del Corso

Il Corso si svolgerà nella mattina dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e nel pomeriggio dalle ore 14:00 alle ore 18:00.

materiale a supporto del corso

Tutti i file utilizzati durante le lezioni saranno messi a disposizione dei partecipanti. Saranno fornite inoltre texture, mappe HDRI e tutto quanto altro necessario per completare gli esercizi proposti.

quali caratteristiche deve possedere il mio computer per poter seguire le lezioni?

Per quanto riguarda il processore consigliamo un Intel Core i7, anche se non di ultimissima generazione. Per la scheda video ricordiamo che Corona Renderer esegue il calcolo basandosi sul processore e non sulla GPU, di conseguenza non sono richieste schede video particolari. Ci sentiamo comunque di sconsigliare le schede video integrate. Infine, per quanto riguarda la RAM, consigliamo 8 GB o superiore.

chiunque può seguire il corso?

Per seguire con profitto il corso sono richieste delle conoscenze minime di disegno CAD oltre che le nozioni elementari della fotografia. Chi non è un professionista del settore, o non segue un corso di Laurea in Architettura o in Ingegneria potrebbe comunque seguire questo corso a patto di fare un pò di studio prima della frequenza.

Per chi è a digiuno completo di fotografia (ma anche per chi volesse approfondire le proprie conoscenze) raccomandiamo un testo divertente e molto scorrevole scritto da Syl Arena.

Per quanto riguarda invece il disegno CAD, potremmo consigliare molti testi sull’argomento. Ci sono poi una svariata serie di tutorials su YouTube, ma la rete è molto dispersiva e il rischio è quello di fare confusione. Quindi la cosa più facile (e anche divertente – a nostro avviso) da fare è quella di scaricare la versione gratuita di SketchUp e seguire i tutorials di base (Getting Started). Nell’arco di un pomeriggio, anche una persona a digiuno completo di CAD, riuscirà a disegnare con soddisfazione un piccolo progetto. E’ quanto basta per seguire il nostro corso. A noi serve soltanto che il corsista abbia un idea minima di cosa significa disegnare un modello.

DOPO IL CORSO COSA SUCCEDE

Chi lo vorrà potrà rimanere in contatto con noi. Saremo sempre disponibili ad aiutarvi a risolvere i problemi legati a un vostro progetto. Abbiamo anche altre possibilità di dialogo: spesso organizziamo dei workshop dimostrativi e gli ex-corsisti sono sempre bene accetti. I workshop in genere sono gratuiti e hanno una durata variabile dalle 2 alle 4 ore, a seconda degli argomenti affrontati. Anche chi ha seguito il corso può proporre un workshop di propria iniziativa. Saranno concordati assieme alcuni temi di approfondimento e tutti gli altri dettagli necessari per l’organizzazione dell’evento. Chi desidera rimanere aggiornato sugli eventi in programma non deve fare altro che iscriversi alla nostra newsletter.

se ho bisogno di un ripasso cosa devo fare?

Chi vuole rivedere alcuni argomenti affrontati all’interno del corso non deve fare altro che seguire nuovamente il corso. Non ci sono costi da sostenere. I posti sono limitati sulla base degli iscritti e sulle disponibilità di spazio. Quando viene pubblicato un nuovo evento in programmazione non bisogna fare altro che iscriversi specificando di essere già stato un corsista.

quando i software vengono aggiornati cosa succede?

La cosa più semplice che potete fare è seguire nuovamente il corso; è il modo più semplice per scoprire le ultime novità e rimanere aggiornati. Potete anche decidere di seguire solo una parte del corso o singole lezioni, a seconda delle vostre necessità. Come già specificato non ci sono costi da sostenere.

quando si farà il prossimo corso?

In genere questo corso viene fatto mensilmente, su diverse città italiane. Se nel periodo in cui hai bisogno i corsi attivi fossero differenti diamo comunque disponibilità per seguire gratuitamente una parte delle lezioni. Esempio: i corsi di “Rhinoceros3D+C4D+Corona” e “SketchUp+C4D+Corona” posseggono contenuti simili per quanto riguarda la parte del rendering, e quindi se hai frequentato un corso con all’interno Corona Renderer puoi seguire Corona anche all’interno di un altra tipologia di corso.

è possibile fare corsi privati e/o per aziende?

Certo che è possibile. I corsi per le aziende sono la nostra principale occupazione: abbiamo circa vent’anni di esperienza con aziende specializzate nel campo dell’interior design e dell’indutrial design. Per quanto riguarda i privati, possiamo organizzare consulenze individuali o di gruppo a seconda delle necessità che ci verranno esposte.

se voglio approfondire gli argomenti trattati?

Puoi seguire uno dei nostri corsi avanzati. Potresti anche decidere di percorrere una via un pò diversa (ma che ci sentiamo vivamente di consigliare): STUDIA LA FOTOGRAFIA. Spesso ci è capitato di conoscere artisti di notevole talento che tuttavia posseggono una conoscenza tecnica limitata di un certo software. Tuttavia le lore immagini sono di grande fascino e sono in grado di suscitare emozioni in chi le osserva. Chi riesce in questo obiettivo ha raggiunto il massimo e non ha bisogno più di nessun corso ma solo di sperimentazione continua.

Le conoscenze che un vero artista deve possedere sono soltanto in parte di natura tecnica, per il resto si tratta di teoria del colore, composizione, progetto … in una sola parola si tratta di METODO. All’interno di ogni corso cerchiamo di trasmettere il nostro metodo di lavoro, ma poi ognuno dovrà progettare un proprio metodo; per farlo possiamo consigliarti qualcosa:

Michael Freeman è uno dei più grandi divulgatori mondiali di cultura fotografica. Leggete questo libro e il vostro modo di lavorare non sarà più lo stesso. Non ci sono nozioni tecniche ma un quantità enorme di preziosi consigli sulla composizione. Chiunque utilizzi le immagini per il proprio lavoro deve possedere questo tipo di cultura.

Perchè alcune immagini funzionano e altre invece no? Perchè un lavoro, anche se ben fatto tecnicamente, passa inosservato? Forse uno dei problemi è quello del colore. Ciascun colore esprime qualcosa e chiama a se tonalità ben precise per raggiungere un giusto equilibrio cromatico. La lettura di questo testo potrebbe risultare impegnativa, ma vale assolutamente la pena dedicare del tempo per studiarlo in modo approfondito.

Il modo pià facile di imparare è quello di studiare il lavoro dei grandi maestri. Fare Fotografia o produrre immagini generate per mezzo del computer non è poi così diverso secondo il nostro punto di vista. Si tratta sempre di composizione, luce, colore, inquadratura … ma un grande fotografo è in grado di trasmettere dell’altro: una storia dietro ogni immagine. In questo volume sono raccolte fotografie di autori straordinari: non stancatevi mai di sfogliarlo.

Questo libro è un grande manuale di tecnica fotografica, talmente tanta da risultare impossibile memorizzarla tutta quanta. Quando avete un problema di natura tecnica e non sapete come fare a risolverlo potreste trovare la soluzione dentro queste pagine. I temi affrontati sono specifici per le foto in studio e trattano argomenti differenti che vanno dalla gestione delle riflessioni, ai problemi di illuminazione, alle tecniche di riflessione della luce, a consigli molto specifici sul posizionamento della camera e molto molto altro. Tutti i consigli che si possono apprendere da questa lettura sono facilmente trasportabili in computer grafica.

Joe McNally è un grandissimo maestro, per giunta simpatico. Risulta difficile non ridere leggendo questo libro, ma i consigli che vi si possono trovare sono straordinari. Vengono descritte le problematiche di ripresa di alcune fotografie: molte di queste limitazioni (ci riferiamo a quelle che il mondo fisico offre) sono superabili con la computer grafica … ma non tutte. Per ogni foto l’autore propone uno schizzo che descrive il progetto della scena: posizione delle luci, della camera, dei piani di riflessione della luce e di quelli assorbenti, e inoltre descrive stratagemmi per ammorbidire la luce ambiente proveniente da una finestra, e tanti suggerimenti su come ottenere una buona illuminazione sfruttando una sola fonte di luce. Un consiglio importante di Joe McNally è quello di imparare a gestire ogni luce singolarmente; è fondamentale saper individuare ogni singolo contributo per poterlo poi modificare fino a raggiungere la luce giusta. In questo testo troverete preziose nozioni tecniche ma anche una descrizione accurata del metodo di lavoro di un grande fotografo.

L’illuminazione è uno dei temi fondamentali per la costruzione di un immagine di qualità. Il manuale di Christian Bloch è un punto di riferimento del settore per chi si occupa di immagini HDRI. Le mappe HDRI possono essere utilizzate per generare il modello luminoso. Chi ha l’ambizione di utilizzare delle proprie mappe deve assolutamente studiare questo manuale. La lettura non è semplice e richiede una certa esperienza di fotografia, ma è molto stimolante.

Se dopo tutto questo studio siete stanchi e volete prendere sonno in fretta, diamo anche un ultimo consiglio di lettura:

Questo volume è il frutto di alcuni anni di ricerca universitaria sul tema del Disegno. L’obiettivo è quello di costruire un modello per un Dizionario enciclopedico. Vengono affrontati due termini: Tecnica e Metodo. L’ambito temporale di indagine è quello che va dagli ultimi decenni del XX secolo fino alla Rivoluzione Telematica. Questo lavoro affronta alcuni aspetti culturali fondamentali per l’ambito della Rappresentazione dell’Architettura. La ricerca è stata premiata nel Convegno annuale organizzato dall’Associazione Italiana per il Disegno (UID) come migliore tesi di Dottorato per il XIX Ciclo.

Per qualunque necessità o chiarimento potete contattarci con il Contact Form.

Contact Form

10 + 5 =

Per restare sempre aggiornato su tutte le nostre iniziative puoi anche iscriverti alla nostra newsletter

Pin It on Pinterest

Share This