Molte novità con la Release 4.0 di Corona

Una nuova idea di Fotorealismo all’insegna della Semplicità!

Ormai da un paio di settimane è stata rilasciata la versione 4.0 di Corona Renderer per Cinema 4D. Abbiamo aspettato fino a oggi per pubblicare il nostro tutorial per avere modo di testare fino in fondo la qualità di questa Release. Il nostro giudizio è positivo. Corona Renderer prosegue il proprio sviluppo nel segno della semplicità, come è sempre stato fin dalla prima versione.

A nostro avviso le novità più interessanti sono queste: 1) Nuovo sistema di messa a fuoco interattivo; 2) Possibilità di gestire il DOF sia all’interno della Viewport che all’interno del Corona VFB Interactive; 3) Nuovo sistema di simulazione delle caustiche con possibilità di abilitare il calcolo delle dispersioni; 4) Molti miglioramenti per la definizione dei materiali (tra tutti la modalità “Inside Mode” per il Volume Material ha una qualità notevole), 5) Nuovo sistema di calcolo del Denosing (ora è possibile anche il calcolo attraverso l’impiego della CPU, oltre che quello basato sulle GPU Nvidia e quello base di Corona – “Corona High Quality”).

Tutte le novità sono elencate nel dettaglio sulla pagine della Software House. Vi consiglio di dare uno sguardo per rendervi conto dell’enorme lavoro svolto.

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Moltissime innovazioni, ma sempre nel segno della semplicità! |

Nel nostro tutorial di circa 80 minuti abbiamo cercato di esaminare alcune delle caratteristiche più interessanti (a nostro avviso).

↑| CORONA VFB | Messa a Fuoco Interattiva (“Pick”) |

↑| CORONA VFB | Messa a Fuoco Interattiva (“Pick”) |

↑| CORONA VFB | Messa a Fuoco Interattiva (“Pick”) |

La messa a fuoco interattiva può essere fatta sia attraverso la selezione di un oggetto che specificando (tramite un click) una specifica distanza focale. Per attivare queste funzionalità basta attivare l’apposita modalità “Pick” all’interno del Corona VFB e cliccare poi sul rendering con il tasto dx del mouse.

Assolutamente da provare la modalità Inside Mode per i materiali volumetrici. Non si tratta più di un effetto di “superficie” ma di masse tridimensionali. Attraverso questa importante innovazione possiamo progettare materiali nuovi per svariati utilizzi. Qualità straordinaria ovviamente ma i tempi di calcolo tendono a salire (anche se non in modo esponenziale come ci si potrebbe aspettare).

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Volume Material con modalità “Inside Mode” |

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Volume Material con modalità “Inside Mode” |

Tra le altre novità abbiamo anche molte nuove opzioni per la camera di Corona. Adesso è possibile calcolare le immagini con ottica Fish-Eye, anche in modalità Full Frame. Inoltre è presente la possibilità di calcolare le immagini per l’esportazione in VR (anche in modalità STEREO).

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Corona Camera con Ottica Fish-Eye |

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Corona Camera con Ottica Fish-Eye (Full Frame) |

Il nuovo sistema di calcolo delle Caustiche è notevole. Si tratta della migliore qualità possibile. Un solo problema (come è ovvio non è possibile avere tutto): I TEMPI DI CALCOLO sono davvero lunghi. Per il bicchiere qui sotto abbiamo interrotto il calcolo dopo circa 12 pass. Il denoising non è stato sufficiente per ripulire l’immagine in modo accettabile. Il consiglio è quello di lavorare con le caustiche se ne esiste la necessità. Se abilitate anche le dispersioni il calcolatore potrebbe andare in blocco visto l’alto livello di risorse richiesto.

Nell’esempio degli occhiali era senza dubbio necessario abilitare le caustiche ma tutto sommato si poteva fare a meno delle dispersioni. Ci sono scene dove occorre un certo allenamento per individuare la dispersione della luce. Esercitatevi con la stessa scena e fate dei test con le dispersioni attive e non attive, e vi renderete subito conto delle differenze e se queste valgono davvero la pena di essere calcolate.

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Caustiche e Dispersioni attive |

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Caustiche e Dispersioni attive |

La viewport interattiva è un’altra novità davvero interessante e che merita un approfondimento. Questa funzione può rendere molto più snello il nostro lavoro e va assolutamente utilizzata. E’ possibile inoltre impostare un livello di dettaglio anche sulla base delle risorse hardware a nostra disposizione. Direttamente dentro la viewport possiamo valutare ombre, riflessioni, glossiness, messa a fuoco e molto altro. Da usare sempre!

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Viewport Interattiva |

Con l’ultima Release è possibile caricare più fonti di Luce Solare nello stesso calcolo, abilitarle separatamente o anche contemporaneamente. Si tratta di una risorsa incredibile per cambiare il setup illuminotecnico della nostra scena in pochi click (luci solari diverse, luci artificiali con o senza file IES, mappe HDR … adesso possiamo calcolare tutto assieme e con il File CXR potremo creare tutte le varianti possibili anche a calcolo terminato!).

↑| CORONA RENDERER 4.0 PER CINEMA 4D | Il nuovo LightMix Interactive |

Provate Corona. Se non lo avete ancora fatto questo è il momento giusto. La Release 4.0 fornisce la migliore esperienza d’uso fin dalla nascita di questo straordinario motore di calcolo.

Invia un commento

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This